ippogrifo

Esperienze ed Eventi

 

Domenica 26 marzo 2023 alle ore 18.00 è andato in scena lo spettacolo teatrale “WHAT THE HELL AM I DOIN’ HERE”,al Teatro Cocuje di Jesi.

Lo abbiamo composto, noi ragazzi del primo gruppo del laboratorio teatrale della scuola, provato e perfezionatoin tre mesi, riunendoci tutti i lunedì, seguiti da Gianfranco Frelli (il nostro regista) e Patrizia Taglianini (la nostra professoressa ed aiutoregista).

Continua a leggereWhat the hell am I doin’ here

È vero che non si finisce mai di imparare come anche che ai prof piace rimettersi qualche volta dietro ai banchi con l’entusiasmo di alzare la mano per primi o l’imbarazzo di non sapere come rispondere.

E questa occasione è tornata con il corso di inglese per docenti, al suo secondo anno, con la giovanissima e straordinaria docente Sarah Hope.

Continua a leggereTeachers at school

Per l’efficace incrocio dei temi del Congresso con quelli dello specifico curricolo disciplinare; per l’attenzione al tema della “cura” e al suo concorrere alla conoscenza di sé, alla qualità della relazione, all’appartenenza umana.

Questa la motivazione del Premio speciale ricevuto dalla classe 3^ G del Liceo delle Scienze Umane, dalla Società Filosofica Italiana. La targa di riconoscimento è stata poi consegnata alla classe dal Dirigente Scolastico, alla presenza di alcuni insegnanti, dei Rappresentanti di Classe e di alcuni genitori, il primo giugno.

Continua a leggereLa cura di sé. Dalla storia personale alla storia professionale

Il 15 marzo scorso si è svolto in videoconferenza il seminario “Insieme coltiviamo l’umanità”, organizzato dal Liceo Economico sociale “Vittorio Emanuele II” di Jesi. L’evento è stato ideato con l’intento di riprendere il dialogo fra i LES della rete Marche, un appuntamento diventato sporadico a causa delle difficoltà legate alla pandemia, per condividere riflessioni e esperienze formative in consonanza con gli obiettivi del nostro percorso di studi.

Continua a leggereII Seminario regionale del Liceo economico sociale “Insieme coltiviamo l’umanità”

La scuola è da sempre luogo di confronto, terreno fertile per la costruzione di nuovi paradigmi sociali e culturali con uno sguardo attento al passato e sognante al futuro. Tuttavia, nell’attesa del domani, al desiderio di formarsi per affrontare nuove sfide si contrappongono le incertezze del presente, di un mondo in continua evoluzione, che sembra lasciare poco spazio alle aspirazioni dei giovani e acuisce le tensioni intergenerazionali.

Continua a leggereIntervista a Mariapia Veladiano

L’emergenza sanitaria ha chiuso confini e case, scuole e luoghi d’arte, palestre e luoghi di divertimento, e sembrava che non si riaprissero più. Invece  in ognuno la speranza e la tenacia hanno mantenuto un canale di apertura verso il mondo e tutte le sue splendide possibilità. E questo vale anche per gli insegnanti che, nonostante la claustrofobia della dad e l’incubo delle quarantene nelle classi, hanno sempre saputo che insegnare significa prima di tutto condividere, non solo i saperi ma la quotidianità del rapporto umano e delle diverse sensibilità.

Continua a leggereQuando insegnare diventa una sfida alla solitudine: Il progetto Erasmus per 12 docenti del Liceo classico di Jesi

Un graditissimo riconoscimento ci è arrivato dal concorso nazionale di giornalismo scolastico “Penne sconosciute” di Piancastagnaio (SI), che ci ha visto premiati come vincitori con l’edizione cartacea 2020. Pubblichiamo l’attestato con grande gioia e ringraziamo di cuore la giuria per le splendide parole che ha speso per noi nelle motivazioni del premio.

Scarica l’attestato in formato PDF

Dopo quattro lunghi anni, il Liceo Classico “Vittorio Emanuele II” ha avuto nuovamente la possibilità di occupare la leggendaria terra di Scilla e Cariddi; peccato per le sue reclute, le quali non erano sicuramente le migliori per intraprendere questa missione di conquista che già aveva conferito in passato tanta gloria a comandanti come Corvino Messalla. Si dice, infatti, che le due legioni inviate con grande speranza dal console Floriano Tittarelli, pur essendo piuttosto numerose, non fossero così impavide come quelle dei loro maiores, anzi pare che si dedicassero a frequenti e lunghe dormite. Ciononostante, i risultati sono stati così strabilianti e all’altezza delle aspettative da rendere indimenticabile questa esperienza.

Continua a leggereJesi torna alla conquista della Sicilia